25
Mag

Little Black Dress

E’ considerato il must have per eccellenza nel guardaroba di ogni donna perché salva in ogni situazione. Appare per la prima volta su Vogue America nel 1926, e viene subito paragonato alla Ford T (ai tempi, la macchina più famosa e venduta al mondo) per il suo successo. Stiamo parlando del LBD, little black dress, o “Petit robe noir” per dirla alla Chanel, sua creatrice. Un successo che venne poi consacrato sullo schermo da Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany”, indimenticabile nel modello di Givenchy.

Semplicissimo ed elegante, il Little Black Dress si presta, proprio per la sua semplicità, a molteplici interpretazioni

Cenni storici a parte, essendo un capo indispensabile nel guardaroba di ognuna di noi, ecco di seguito il modello adatto per ogni fisicità, in modo che possiate sceglierlo con consapevolezza e possa davvero rivelarsi un alleato in ogni occasione.

FISICO A GOCCIA

Il modello adatto per la donna a goccia, la cui caratteristica è di avere i fianchi più larghi delle spalle, ha scollo largo, ad esempio a barchetta (per riequilibrare le spalle) e il punto vita ben definito. La gonna deve essere morbida e non fasciante. Ergo: sì a modelli strutturati ad A o a ruota.

FISICO A TRIANGOLO

Avendo le spalle già piuttosto larghe, è necessario restringerle otticamente: in questo caso si rivelano buone alleate le linee diagonali, come ad esempio quelle dello scollo all’americana o delle maniche raglan. Per quanto riguarda la vita, solitamente molto stretta e priva di curve femminili, meglio optare per gonne morbide che diano “un po’ di sostanza” alla zona: le gonne a corolla sono perfette, perché rotonde ed iper femminili.

Abbinato a sneakers e giubbotto in denim acquista un sapore casual, adatto anche per il giorno

FISICO A BAGUETTE

In questo caso, possiamo scegliere due strade: coprire con un modello ad A (o a trapezio, come preferite chiamarlo) un punto vita assente (caratteristica di questa fisicità), oppure andarlo a creare con modelli a baschina o modelli molto sagomati, segnando ulteriormente con una cintura il punto strategico.

FISICO A DIAMANTE

Molto importante la scelta del tessuto, che deve essere morbido e scivolato. Importante anche sottolineare il punto vita, che nel caso di questa fisicità sarà più che altro il punto sotto seno (ovvero il punto più stretto nel fisico a diamante). Se il seno non è troppo abbondante, OK a scolli arrotondati e generosi che diminuiscano la larghezza di busto e spalle. I modelli a palloncino con nodo sotto il seno sono ideali, purchè in tessuti morbidi.

FISICO A SIRENA

Concludo con questa fisicità, che come al solito è la più fortunata e quella che ha bisogno di meno indicazioni. Come sempre, la cosa importante per le donne a sirena è quella di mettere in evidenza il punto vita, non ci sono altri particolari suggerimenti: sono perfetti i modelli anni ’50, i wrap dress e tutti quei fit che ne evidenziano la forma a clessidra.

Infine un ultimo consiglio: dopo aver trovato il fit che più vi valorizza a seconda della vostra fisicità (e se non sapete come fare a capirlo… vi aspetto nei contatti!), tenete nel vostro guardaroba due LBD. Il primo, molto formale e pulito, vi servirà per le occasioni di lavoro o che sono soggette a dress code (un funerale, ad esempio), il secondo di taglio più casual, che vada bene per un aperitivo al volo anche con un paio di sneakers o da portare con voi durante i weekend brevi quando siete indecise su cosa mettere in valigia.

Elisa Gili