29
Apr

Blu: la guida per abbinarlo correttamente

Una delle cose che mi viene chiesta più spesso è quella di far luce sugli abbinamenti di colore.

Ho pensato quindi di fornirvi qualche piccola indicazione sul tema, partendo da un colore che tutte abbiamo nell’armadio, ovvero il blu.

Non mi soffermo di nuovo sui suoi significati (per questo, vi consiglio di andare a leggere il mio vecchio articolo riguardante il classic blue http://elisagili.com/2020/01/classic-blue-un-2020-allinsegna-della-certezza/), ma vado dritta al sodo.

Strumento fondamentale per creare abbinamenti d’effetto ma soprattutto corretti è la ruota dei colori. La trovate su internet in formato foto, potete scaricarla tranquillamente ed utilizzarla per aiutarvi, almeno all’inizio. Vi consiglio di cercarne una che abbia i colori “sfumati” per vederne i diversi gradi di saturazione, proprio come quella che metterò qua sotto. Iniziamo!

Ruota dei colori con i vari gradi di saturazione

ABBINAMENTO MONOCROMATICO: TON SUR TON

Prendete la vostra ruota dei colori e concentratevi sullo spicchio del blu: abbinando le varie tonalità otterrete un abbinamento monocromatico. Si tratta degli abbinamenti più eleganti, adatti anche per il lavoro, che trasmettono un effetto riposante. La percezione che le persone avranno di noi sarà quella di una persona sicura e rassicurante. Condizione necessaria per un ton sur ton è che i colori scelti abbiano tutti la stessa temperatura: freddi o caldi.

ABBINAMENTO DI COMPLEMENTARI E PRIMARI

Questa volta prendiamo il nostro colore e quello opposto sulla ruota dei colori, nel nostro specifico caso si tratterà di blu e arancione. In questo caso otterrete un look energico, che sprizza creatività. Astenersi personalità timide e discrete… con un abbinamento del genere non passerete di certo inosservate!

Altro grande effetto lo otterrete abbinando i colori primari (ovvero blu/giallo/magenta) fra di loro, come in questo outfit.

ABBINAMENTO DI COLORI ANALOGHI

Ruota dei colori alla mano, scegliete il colore subito prima e subito dopo il blu: in questo caso saranno un blu molto scuro (tendente al viola) e l’azzurro. Potete sceglierli entrambi o solo uno, come preferite. Si tratta di un abbinamento che suscita nell’occhio dello spettatore un effetto calmante e che ricorda le sfumature naturali del mare, con le sue mille tonalità di blu.

SFATIAMO IL MITO…

Le mamme dicevano che era assolutamente vietato abbinare blu e nero, ma in realtà questo abbinamento è ormai molto usato e anche very cool. Basta avere solo qualche accortezza…

  • NO quando utilizzate due tessuti molto simili fra loro: l’effetto “mi sono vestita al buoi e pensavo fosse tutto nero” è assicurato
  • Se indossiamo un completo blu, scegliamo gli accessori neri. Se indossiamo un completo nero, EVITIAMO gli accessori blu ( a meno che non si tratti di un blu particolare, considerato quindi un colore vero e proprio. Sappiamo infatti che il blu navy è considerato un neutro e per tanto fa le veci del nero).
  • SI’ a capospalla blu con completo nero, e anche al contrario
  • Quando si tratta di look molto formali, l’accostamento nero/blu si rivela tres chic, ma ancora una volta è bene badare ai tessuti
  • I collant devono essere sempre neri velati
I giochi di sovrapposizioni sono molto di tendenza, creano effetti di decalage

Queste sono le principali regole per abbinare il colore blu, alcune delle quali valgono per quasi tutti i colori della ruota cromatica. Come sempre vi consiglio di scegliere la tonalità più adatta in base alla vostra stagione e il blu ha proprio questa particolarità: è presente in ogni palette!

Io rimango sempre a vostra disposizione per chiarire ulteriori dubbi, vi aspetto nei contatti.

Elisa Gili