23
Mar

Fisico a triangolo: trucchi per camuffare le spalle larghe.

La fisicità a triangolo inverso è caratterizzata da una sproporzione tra spalle e bacino, dove le prime sono evidentemente più larghe rispetto al secondo, e la vita non è troppo segnata. Le donne triangolo inverso possono avere poco seno e il petto piuttosto largo, oppure possono avere tutto il busto molto “abbonante”, seno compreso: solitamente queste vengono considerate donne “fragola”.

Innanzitutto, cerchiamo di capire se apparteniamo a questo tipo di fisicità. Dove accumulo grasso quando metto su qualche chilo? Braccia, pancia, schiena (sotto le scapole, per intenderci)? Allora sì, siete dei triangoli inversi. Questo articolo fa per voi!

Andiamo a vedere, di seguito, alcune tecniche di camouflage per riequilibrare la proporzione spalle/fianchi e, successivamente, elencherò anche qualche consiglio per le fragoline.

Per prima cosa, è importante saper utilizzare bene i colori. Se mi seguite, ormai saprete che i colori scuri restringono e i colori chiari allargano: va da sé, che sarà meglio utilizzare capispalla di colori scuri e pantaloni dai colori più chiari o sgargianti, in modo da attirare l’attenzione sui fianchi e meno sulle spalle.

Altra cosa fondamentale: saper usare bene i volumi. Evitate tutto ciò che allarga nella parte superiore del busto: bando a maniche a palloncino, rouche, sbuffi, volant, tasche, bottoni, applicazioni… tutto ciò che ingrandisce il busto è controproducente. Al contrario, pantaloni e gonne di volume daranno la giusta “sostanza” ai fianchi: pantaloni con le pince, pantaloni a culottes, mom jeans o modelli baggy sono l’ideale, assieme a gonne con linea ad a, gonne a ruota, plissettate, o a corolla. Meglio evitare le minigonne, troppo dritte per darvi il giusto bilanciamento. Menzione particolare per l’uso di leggings o jeans skinny: avendo gambe magre, potete permetterveli, ma date volume ai fianchi con capispalla lunghi fino a metà coscia, perfetti se di linea redingote.

In questo outfit troviamo diversi elementi adatti alla donna triangolo inverso: maglia con giochi di righe, pantaloni culottes, tacco per slanciare, borsa a mano.

Lo stesso concetto di equilibrio, vale per le fantasie: se le amate e volete utilizzarle, evitate le macro fantasie sul busto e soprattutto… non usate le righe orizzontali! Meglio quelle verticali: tutto ciò che darà verticalità al vostro busto (righe, file di bottoni, tagli particolari delle giacche… persino i capelli lunghi lasciati sciolti!) è fondamentale per far apparire le spalle più strette. In questo caso vi vengono in soccorso anche le righe diagonali, che per natura “creano confusione” nell’occhio di chi guarda.

Un altro piccolo segreto può essere l’utilizzo di colletti alti, come le maglie dolcevita o i colletti della camicia portati alti, in modo da dare verticalità al collo, così come gli scolli a V.

Se gli scolli profondi vengono in soccorso alle donne triangolo inverso, possono essere una trovata poco felice per le donne con troppo seno, che con scolli vertiginosi rischierebbero di risultare volgari: meglio optare per scolli non troppo da capogiro, evitando comunque quelli rotondi o a barca, e giocare con i capispalla: un sottogiacca abbinato ad un blazer morbido, lasciato aperto, permette di lavorare sui perimetri definendoli e restringendoli otticamente. Importanti le maniche: tutto ciò che è troppo fasciante e ha l’orlo che termina all’altezza del capezzolo, allarga otticamente il busto. Scegliete maniche kimono della lunghezza tre quarti, tessuti morbidi, scivolati, come la seta, il crepè, il jersey, filati di lana leggeri.

Un ultimo consiglio per quanto riguarda gli accessori: il punto vita nella vostra fisicità è poco accentuato, evitate quindi cinture in punti poco felici. Per quanto riguarda le borse, meglio sceglierle a mano o a tracolla: evitate borse a spalla o zainetti, aggiungerebbero volume alle spalle.

Spero, come sempre, che i miei consigli vi siano utili. Altrimenti, vi aspetto nei contatti.

Elisa Gili