12
Mar

Abiti da sposa 2020: trend e stili

Nell’ultimo paio d’anni i matrimoni famosi che hanno influenzato maggiormente le collezioni dei bridal stylist sono certamente due: quello della fashion blogger Chiara Ferragni e quello della coppia reale di Harry e Meghan. Le tendenze 2020 ripercorrono infatti il gusto delle due spose: da una parte vediamo sfilare abiti trasformisti e iper accessoriati; dall’altra ritroviamo il gusto dei grandi classici: abiti principeschi o al contrario molto minimal, in ogni caso delle conferme.

La “tendenza Ferragni” propone abiti ricchi di particolari, come i ricami in pizzo macramè e le lavorazioni croquet (che hanno caratterizzato anche le ultime sfilate “civili”, grande esempio Alexander McQueen) non solo sui corpetti o come dettagli, ma anche sulle gonne, talvolta interamente lavorate. Quest’ultime, anche se poco voluminose e a sirena, si arricchiscono di decorazioni: fantasie, stampe (sì, stampe! Floreali o lettering, per spose giovani e romantiche), applicazioni di cristalli, piume o frange. Il gusto, in alcuni casi, ha un sapore vintage: ricorda le sensualissime vesti Anni ’20 di alcune attrici e il clima boudoir. In altri invece, ha un tocco frizzante ed innovativo, soprattutto quando si tratta di abiti due pezzi: lunghe gonne in tulle staccabili lasciano spazio a mini dress in pizzo o mini jumpsuit, per essere più comode e glamour a cerimonia terminata.

Mira Zwillinger
Zuhair Murad
Ines Di Santo Flores
Atelier Eme
Madeline Gardner

All’insegna di comodità ed innovazione anche i tanti tailleur presentati alle sfilate: adatti a cerimonie civili, o a spose più agèe, convincono anche le spose più giovani e glamour per la rivisitazione del tocco garçonne: al semplice completo di taglio maschile, vengono applicati lunghi strascichi a mo’ di coda, o maxi veli romantici, in modo che nessuno possa insinuare che “la sposa aveva solo un completo bianco”. Per le più nostalgiche: i completi semplici con longuette o pantalone resistono ancora: questi ultimi sono over o slim, a voi la scelta.

Cushnie
Danielle Frankel
Pronovias – Coll. TRAVELER

Con il completo classico ci affacciamo alla “tendenza Meghan”: l’ex duchessa di Sussex per il suo matrimonio ha infatti sfoggiato un abito di Givenchy bellissimo ma davvero molto semplice. Linee pulite, uno scollo a barca ed un velo candido fermato da una tiara. Molti stilisti hanno deciso di reinterpretare il suo gusto, accontentando le spose più modeste ed eleganti che non sentono la necessità di “agghindarsi” troppo nel giorno più importante della loro vita. Linee semplici e grande importanza agli scolli, che diventano i veri protagonisti di questi abiti. L’unica nota di eccentricità in alcuni modelli è data dalla manica vittoriana (anche questo dettaglio è stato molto presente nelle sfilate P/E 2020) o dalle maniche di gusto rinascimentale. I capispalla sono ormai i focus dei nostri outfit, e questa tendenza si è spinta anche sulle passerelle bridal.

Pronovias – Coll. REDSUN
Isabelle Armstrong
Monique Lhuillier
Lela Rose

Come sempre, anche l’abito da sposa dei sogni è il connubio perfetto tra fisicità e stile (vostro e del matrimonio): assieme alla location, è il punto di partenza per organizzare il matrimonio dei vostri sogni. E’ infatti indispensabile, per il buon gusto della cerimonia, che tutto sia coordinato al vestito della sposa, per un vero e proprio progetto “Bridal dream”. Se, dopo innumerevoli prove, nulla vi ha ancora convinte, allora potreste prendere in considerazione la possibilità di farvi creare un capo su misura da qualche sartoria presente nella vostra città: tenete presente che per una scelta del genere la collaborazione con un professionista che sappia consigliarvi correttamente è pressochè obbligatoria. Inoltre si tratta di un acquisto a scatola chiusa… lo sconsiglio alle spose troppo ansiose. Per esperienza personale posso dirvi, però, che indossare IL MIO ABITO è stata un’emozione indescrivile.

Una delle foto tratte dal mio album di matrimonio

Elisa Gili