29
Gen

Stivali per tutte: come scegliere il modello adatto

Dopo il post sugli stivali di tendenza nella prossima primavera 2020, ho ricevuto alcuni messaggi in cui mi avete chiesto se quel preciso modello fosse adatto alla vostra fisicità. Ho deciso, quindi, di farvi un breve elenco dei principali modelli di stivali (trend e non) indicando per ognuno la fisicità più adatta, partendo proprio da quelli più cool per questa primavera.

STIVALI AL GINOCCHIO

Gli stivali tendenza di questa primavera sono gli stivali di gusto anni ’70, con il gambale a canna di stufa la cui altezza arriva al ginocchio, la punta piuttosto arrotondata e un tacco quadrato decisamente comodo, che varia dai 5 ai 10 cm. Sono perfetti per chi ha fisicità burrose come quelle a clessidra, a goccia oppure a diamante, in quanto vanno a riequilibrare la figura verso il basso, regalando il giusto volume alla gamba. Se siete particolarmente alte, potete sceglierli anche un po’ più morbidi (modello che altrimenti troncherebbe la gamba a chi è più piccolina, che può indossarli comunque in continuità cromatica con calze e pantaloni). Altro modello di stivale al ginocchio è quello flat, adatto per donne alte e dal fisico androgino, meglio se con la punta arrotondata per evitare di allungare otticamente il piede.

ANKLE BOOTS

Il tronchetto, per intenderci. Nonostante sia decisamente passato di moda, la maggior parte delle donne lo usa perché lo ritiene estremamente comodo e quasi un passe-partout; in realtà è molto difficile abbinarlo senza “mortificare” le nostre proporzioni, questo perché (lo dice il nome stesso…) tronca la figura. È adatto per donne molto alte e con gambe pressoché perfette (magari forgiate da anni di sport), meno per chi è troppo petit o ha gambe robuste. Se proprio non potete farne a meno, sceglietelo con tacco a spillo e punta nel caso di fisicità mignon, in modo da slanciare otticamente la figura. Se siete più robuste, usatelo in abbinamento con collant o pantalone: la continuità di colore eviterà il crearsi di “spiacevoli” focal points ad altezza caviglia (questa è, in ogni caso, una regola che vale per tutte le calzature).

BIKER

Ognuna di noi, che l’animo sia rock o meno, ha nel proprio armadio un paio di anfibi. Da abbinare coi jeans, o per rendere più casual un abito iper femminile, da questa stagione sono entrati di diritto anche nelle sfilate. Nonostante ciò… SONO OUT. Il modello biker, o in generale uno stivale dal gusto un po’ rock con catene, borchie e fibbie dona ancora una volta a chi deve dare volume alle gambe per riequilibrare la figura. Quindi ok alle fisicità a diamante se hanno gambe molto magre, meglio se con un po’ di tacco (ma non il platform che “appesantirebbe” la figura), e a coloro che hanno spalle e petto larghi, ovvero ai triangoli inversi. Come potete notare, vale la stessa regola che vale per i vestiti: bisogna sempre trovare equilibrio tra tronco e gambe in modo che la figura non risulti sbilanciata.

CUISSARD

Amato ed odiato. Personalmente mi piace moltissimo e ne ho diversi modelli, nonostante il mio fisico sia petit. È un modello “tosto” e sono dell’idea che la cosa migliore sia sdrammatizzarlo sempre un po’, per evitare di risultare volgari o ridicole. Con piccole accortezze, si adatta bene ad ogni fisicità. Ovviamente se siete alte, sceglietelo flat o con il tacco basso, non avete la necessità di regalarvi ulteriori centimetri, cosa che invece devono fare le figure mignon: attenzione però a non esagerare con l’altezza del tacco, o sembrerà più alto quest’ultimo della vostra gamba (mi raccomando le proporzioni!). Infine, ecco un consiglio che unisce donne con caratteristiche opposte: cosce molto molto magre, o al contrario voluminose. Per entrambe l’ideale è il gambale elastico (o socks cuissard): nel primo caso, eviterà l’effetto gamba “persa nello stivale” (quando si è troppo longilinee, ogni gambale risulta troppo largo), nel secondo eviterà di conferire ulteriore volume su una coscia non troppo sottile…

TEXANI

Dedico ancora un piccolo paragrafo ai texani, tornati prepotentemente in voga nell’ultimo inverno e confermati per la stagione primavera/ estate. Sono stivali importanti, quindi il primo pensiero sarebbe quello di abbinarli con qualcosa di molto basico, come un leggings o un jeans skinny. NO!! L’effetto gamba mozzata è garantito. Se volete indossarli con i pantaloni, i migliori sono quelli dal taglio cropped o più morbidi. Vi consiglio però di osare con lo styling: mini abiti in denim o maxi abiti di gusto vintage, completi da uomo o lunghe gonne dal sapore gipsy. Un consiglio: la loro punta (come tutti gli stivali appuntiti) allunga il piede otticamente. Sceglieteli più o meno appuntiti a seconda del vostro numero, o sembrerete immediatamente Olivia nel Far West…

Lo stivale giusto, ora, non sarà più difficile da trovare una volta individuata la vostra fisicità, ma se avete ancora bisogno di consigli… vi aspetto nei contatti!

Fonte: Pinterest

Elisa Gili