13
Dic

N come… Nero

Partiamo dal suo significato: il nero è simbolo di raffinatezza, eleganza, autorità, potere ma è anche associato all’idea di oscurità, di paura, di morte. Perché allora ci piace così tanto? Ve lo siete mai chieste?

La maggior parte delle mie clienti, o delle persone che conosco, quando vogliono andare sul sicuro si affidano ad un abito nero. Questo non-colore, infatti, ci infonde sicurezza per diversi motivi: oltre ai significati che abbiamo elencato, la maggior parte delle persone è convinta che stia bene su tutto (ed è quasi sempre così) e che stia a bene a tutti (e qui, se avete letto il mio articolo sull’armocromia o avete fatto il test con me sapete che non è vero!). Inoltre il nero ci omologa agli altri, ci fa passare quasi inosservati, mentre indossare un colore ci rende riconoscibili.

Altra convinzione (specialmente per noi donne) che ce lo fa amare particolarmente è pensare che “il nero sfina”. Vero. Ma non è una prerogativa del nero: tutti i colori scuri tendono a rimpicciolire l’oggetto che stiamo guardando. Quindi, se avete un seno molto abbondante, una maglia nera vi toglierà, sì, un paio di taglie, ma allo stesso modo se ne siete prive sembrerete ancora più magre… quindi attenzione!! E in ogni caso ci sono moltissime alternative che vanno dal blu notte al melanzana, dal bordeaux al grigio antracite. Basta scegliere quella giusta per la vostra stagione.

Altro mito: è il colore elegante per eccellenza. Vero, ma la ricchezza di un abito non dipende solo dal colore: un jeans nero non è elegante come un abitino giallo di chiffon. Il tessuto e la confezione fanno la differenza assieme al colore. Senza contare che il dress code impone delle regole precise: ai matrimoni NON (NON NON NON) si indossa il total black: l’unico a cui è concesso il nero è lo sposo, e solo se indossa lo smoking. Stessa cosa vale per le cerimonie di giorno, dove al massimo lo si può indossare in abbinamento con altri colori. Inoltre è sconsigliato per qualsiasi appuntamento mattutino. Per quanto riguarda gli eventi serali dove è consigliato l’abito scuro, questo non deve essere necessariamente nero, ma potete attingere dalla vostra palette con altre mille alternative (come farebbero altrimenti coloro che hanno sottotono caldo?)

Infine, anche nell’ambiente professionale, per quanto sia formale e sinonimo di autorità, il nero non è riconosciuto come colore universale del mondo lavoro. Questo compito è stato affidato al blu, che infonde calma, profondità, autorevolezza.

Allora, sono riuscita a farvi cambiare idea o continuerete ad acquistare solo ed esclusivamente capi neri? Se qualche dubbio ve l’ho fatto venire, allora potete richiedere un test del colore e scoprire quali sono i vostri colori amici. E, se siete fortunate, scoprirete di essere inverno e di averlo fra i colori donanti.

Fonti: “Colore e colori”

Elisa Gili