30
Ott

Stili e DNA: dimmi come ti vesti e ti dirò chi sei. Il minimal.

Spesso confuso con lo stile casual, di cui abbiamo precedentemente parlato, è lo stile MINIMALE.

Se lo stile casual è riconducibile al mondo del comodo e dello sportivo, il minimale è invece da identificarsi con la linearità del gusto classico. Linee semplici, nessun dettaglio estroso, ricamo o fronzolo. I sociologi trovano una connessione tra la figura della donna minimal e quella di Era, dea del matrimonio e moglie di Zeus. Le donne che hanno questo DNA suscitano infatti, negli occhi di chi le guarda, un forte senso di affidabilità e forza. Se ci pensate, si tratta non a caso dello stile che contraddistingue quelle donne che badano al sodo, che si prendono cura degli altri, ma allo stesso tempo sono concentrate su loro stesse e non perdono di vista i loro desideri e obiettivi (al contrario delle donne casual, che spesso si fanno sopraffare dalle necessità altrui), mantenendo sempre un atteggiamento sobrio e rispettoso.

Il guardaroba della donna minimale è composto principalmente da must have, ovvero da quei capi che ogni donna dovrebbe possedere e che salvano in tutte le occasioni (ne abbiamo già parlato in un precedente articolo, ricordate?). Si tratta ovviamente di grandi classici: tubino nero, trench, longuette, camicia bianca, tailleur. I colori sono neutri: nero, bianco, grigi e beige, blu. L’unico vezzo colorato che si concede sono i foulard, un altro grande classico degli accessori. Anche questi ultimi sono indice del suo pragmatismo: borse giorno capienti, scarpe femminili ma dal tacco comodo, gioielli dalle fogge classiche, come le perle. Il trucco è tendenzialmente naturale, così come i capelli, la cui acconciatura non segue mode particolari, ma rimane invariata nel tempo.

Analogamente, anche lo stile minimale maschile è caratterizzato da capi basici, come il pantalone sportivo 5 tasche (NON il jeans) o il pantalone classico, camicia o maglioncino dolcevita indossato sotto la giacca o il cappotto (quest’ultimo nero o color cammello). Ai piedi indossa mocassini o monkstrap (le scarpe maschili con la fibbia). Se si pregia di qualche accessorio, si tratta sicuramente di una borsa da lavoro, ad esempio una ventiquattrore, ed occhiali da sole. Non fa uso di gioielli ed altri orpelli, eccezion fatta per l’orologio.

Anche questa volta vi invito ad aprire il vostro armadio e capire se appartenete a questo DNA, e se non capite da sole… vi aspetto per tanti consigli!

Ph: Pinterest

Elisa Gili