26
Ott

Stili e DNA: dimmi come ti vesti e ti dirò chi sei. Il casual.

Il terzo tipo di DNA che andremo ad affrontare è quello della donna CASUAL. Questo stile viene erroneamente confuso con quello sportivo, caratterizzato dall’utilizzo di abbigliamento dinamico e disinvolto (come i pantaloni della tuta) e che nel mondo fashion prende invece il nome di street style.

Alcuni studi riconducono la figura di queste donne al mito di Demetra, dea protettrice del matrimonio e nutrice della gioventù. Si tratta spesso di donne impegnate nel sociale o totalmente votate alla cura della propria famiglia. Caratterialmente ci troviamo di fronte a due tipologie di donna: la prima è “consapevolmente” casual, ovvero ha adottato uno stile comodo conscia del fatto che questo può essere d’aiuto nella sua quotidianità, sono donne sicure di sé e del loro look (ne fanno, anzi, motivo di orgoglio). La seconda tipologia, più remissiva, è quella delle donne “inconsapevolmente” casual, ovvero quelle che, trascurandosi perché antepongono il benessere altrui al loro, scadono in uno stile pratico al limite della sciatteria. In entrambi i casi, si tratta di donne che infondono un profondo senso materno nell’interlocutore, grazie alla delicatezza con cui sanno approcciarsi al mondo esterno.

Analizziamo nel dettaglio l’outfit tipo: jeans basic, t-shirt e scarpe da ginnastica, abbinate all’assenza quasi totale di trucco e ad un’acconciatura pratica, sono una sorta di divisa per questa tipologia di persona. La semplicità dell’abbigliamento va di pari passo con la semplicità della personalità.

Allo stesso modo, le caratteristiche dell’uomo casual (o sportivo) sono pragmatismo e semplicità: se il look casual della donna sfocia nell’utilizzo del jeans, per l’uomo si tratta invece di outfit caratterizzati da camicia (bianca o azzurra)o polo e pantaloni sportivi, adatti anche al mondo del lavoro (dove però, secondo dress code, dovrà abbinare giacca e cravatta). L’uomo casual ha grooming pulito ed ordinato.

Appartenete a questo DNA? Amate anche voi la comodità o leggendo quest’articolo vi siete rese conto che vorreste essere più originali? Sono curiosa di sapere i vostri giudizi o dubbi in merito. Vi aspetto nei contatti!

Ph: Pinterest

Elisa Gili